BLACK AND WHITE VENETO

5 fotografi, 5 filmakers, 5 scrittori per raccontare il Veneto che cambia

IL PROGETTO

Kinocchio – Il cinema in movimento, in collaborazione con l’Associazione di promozione sociale Kinima, e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, propone per il 2016 un laboratorio multidisciplinare aperto per esplorare il territorio veneto con l’obiettivo di far emergere storie di integrazione, usando come mezzi narrativi il cinema, la fotografia e la scrittura.

Black and White Veneto è un progetto artistico rivolto a tutti coloro a cui interessa raccontare il tema dell’integrazione in Veneto, per far emergere le diverse e più curiose modalità in cui la cultura veneta viene tramandata ai nuovi abitanti del nostro territorio. Chiunque abbia un storia da raccontare potrà iscriversi al progetto, l’iscrizione è aperta a tutti, senza limiti di età né di esperienza.

Tra tutte le candidature pervenute saranno selezionati 5 filmaker, 5 fotografi e 5 narratori che potranno partecipare al progetto. Il laboratorio Black and White Veneto sarà diviso in tre momenti:

  1. I partecipanti ammessi cominceranno un percorso di formazione di 2 weekend con autori, registi e professionisti del panorama italiano che si svolgerà a Padova nei giorni 27-29 maggio e 3-5 giugno.

  2. Nella seconda parte che durerà da giugno a settembre i partecipanti, sempre relazionandosi con i tutor e docenti di Kinocchio, saranno liberi di seguire i testimoni scelti, anche uscendo dal territorio di Padova per esplorare le varie province del Veneto.

  3. Dall’8 al 18 settembre sarà invece il momento di raccogliere, selezionare e pubblicare i risultati, sotto forma di fotografie, racconti, ritratti sonori e brevi video raccolti durante il progetto. Al termine di questo processo pubblicheremo la ricerca online su un sito web in modo che possa essere visibile e consultabile da tutti.

Le Fasi del Workshop

  •  

    giugno

    luglio

    agosto

    settembre

  • Formazione

  • Osservazione

  • Scrittura

  • Shooting

  • Selezione

  • Pubblicazione

Fase 1: Formazione

I partecipanti verranno spinti e accompagnati dai docenti nella ricerca di storie mai raccontate. Attraverso una serie di incontri, mescolando professionalità e sensibilità personale, i docenti prepareranno insieme ai partecipanti il campo fertile per far maturare le storie.

Fase 2: Osservazione

Una volta poste le basi del viaggio, i partecipanti cominceranno ad immergersi nella realtà che li circonda ma questa volta con occhi nuovi. È questa infatti la fase in cui dovranno esplorare il territorio veneto scovando fra le comunità coinvolte quelle storie straordinarie ma nascoste, per portarle alla luce.

Fase 3: Scrittura

Dopo aver girato in lungo e in largo i partecipanti cominceranno a trovare analogie e corrispondenze tra i loro percorsi. Si confronteranno e cominceranno a dare forma concreta alle loro scoperte, ognuno attraverso il proprio linguaggio ma sempre collaborando insieme.

Fase 4: Shooting

Si parte! È il momento di mettere in pratica ciò che si è imparato, di organizzare forze e risorse per raccontare al meglio il Veneto che cambia. Equipaggiati di macchine fotografiche, telecamera e taccuini, quindici autori, ormai esperti del territorio, esplorano le strade guidati dalle idee e supportati dai tutor.

Fase 5: Selezione

Finito il viaggio ci si incontrerà insieme ai tutor di Kinocchio per fare il punto della situazione e per dare vita ad un unico progetto crossmediale nato dall’unione dei singoli lavori. Una fase delicata che ha come obiettivo la nascita di un sito dove verranno raccontate le storie raccolte.

Fase 6: Pubblicazione

Il viaggio arriva al termine con questa fase. Tutti i progetti selezionati verranno raccolti e pubblicati nei nostri canali social e sul web per dare vita ad una vera e propria raccolta multimediale. Quest'ultima intende a tutti gli effetti diventare un luogo di documentazione della cultura veneta contemporanea, affinché tutti possano accedere a questi contenuti ed informarsi sulla realtà che li circonda.

EVENTI - PROGETTO PELLE


Rassegna a ingresso gratuito di film e incontri per favorire la conoscenza e l’integrazione tra culture a Padova.


Un progetto a cura di Kinocchio e Associazione Kinima, vincitore del bando MigrArti promosso dal Ministero dei Beni Culturali. 


L’iniziativa sarà completamente gratuita e si svolgerà tra il 26 maggio e il 12 giugno, in vari luoghi della città di Padova e sarà suddivisa in quattro filoni di attività distinti e complementari tra loro: proiezione di film presso luoghi simbolici della città; Incontri con autori, scambio con giovani artisti locali, interazioni con il pubblico; Coinvolgimento delle comunità di stranieri attive sul territorio di Padova; E un evento speciale del progetto in occasione della Festa della Repubblica.

26-29 maggio

 

  • 26 Maggio - ore 21:30 proiezione "Mediterranea" di Jonas Carpignano presso Zattera del River Film Festival, Scalinata del Portello (PD)

  • 27 Maggio - ore 21:30 proiezione "Patience, patience, t'iras au paradis" di Hadja Lahbib, presso Zattera del River Film Festival, Scalinata del Portello (PD)

  • 28 Maggio - ore 21:30 proiezione "Una scuola italiana" di Giulio Cederna ed Angelo Loy, presso Piazzale stazione di Padova 1/7 

  • 29 Maggio

    - ore 20:00
    proiezione corto "Italnabè - la gente d'Italia" di Irene Sollazzo, presso Summer Student Festival, Golena San Massimo (PD)
    - ore 20:30 proiezione estratti dal film "18 Ius Soli" di Fred Kuwornu
    - ore 22:00 proiezione del corto "Alisya nel paese delle meraviglie" di Simone Amendola

2-5 giugno

 

  • 2 Giugno - dalle 11:00 fino a sera FESTA DELLA NUOVA REPUBBLICA presso Circolo Strada Facendo

  • 3 Giugno - ore 19:00 proiezione "La vita ci vuole come voi - storie di immigrazione cinese a nord est" di Elia Morandi e Marco Toffanin - presso Coworking CO+, Piazza Gasparotto 7 (PD)

  • 3 Giugno - ore 21:30 proiezione  "Il futuro è troppo grande" di Giusi Buccheri e Michele Citoni

  • 4 Giugno - ore 21:30 proiezione "Sponde. Nel sicuro sole del nord" di Irene Dionisio, presso Coworking CO+, Piazza Gasparotto 7 (PD)

  • 5 Giugno

    - ore 21:00
    del corto "Vivo e Veneto" di Francesco Bovo e Alessandro Pittoni, presso Coworking CO+, Piazza Gasparotto 7 (PD)
    - ore 21:30 proiezione
    "Le perle di ritorno. Odissea di un vetraio africano" di Franco Basaglia,

10-12 giugno

 

  • 10 Giugno - ore 21:00 proiezione "L'orchestra di Piazza Vittorio" di Agostino Ferrente - presso I'm Lab, via Brustolon 3 Abano Terme

  • 11 Giugno - ore 20:30 proiezione "La sedia di cartone" di Marco Zuin, presso I'm Lab, via Brustolon 3 Abano Terme

  • 11 Giugno - ore 21:00 proiezione "Il viaggio di Oumar" di Paolo Virzì 

  • 12 Giugno - ore 21:30 proiezione "(S)comparse" di Antonio Tibaldi, presso I'm Lab, via Brustolon 3 Abano Terme

Docenti

sergio basso

Ha vissuto a lungo in Cina e proprio lì è stato assistente alla regia e dialoghista di Gianni Amelio sul set del suo ultimo film, La stella che non c’è. Nel 2009 realizza il doc Giallo a Milano, nominato al Globo d'Oro, premiato come miglior film all'Annecy Animation Film Festival, e vincitore del premio come miglior regista al China Youth Film Festival. Membro dell’European Documentary Network, ed inoltre vincitore del Premio Solinas - Documentario per il Cinema 2009.

Sergio Basso
paolo martino

Reporter e documentarista, da anni attivo in Medio oriente. Nel 2011 ottiene un premio giornalistico europeo seguendo la rotta dei rifugiati afghani dal Kurdistan all’Italia. Viaggia in bicicletta in Medio Oriente, Balcani eTurchia. Nel 2012 esplora i luoghi e la storie della diaspora armena dal Caucaso a Beirut. Nel 2013 il suo documentario Just about My Fingers sulla condizione dei rifugiati in Grecia riceve vari riconoscimenti. E’ autore di Terra di transito, prodotto da Istituto Luce – Cinecittà, proiettato nelle sale di tutta Italia. Ha 33 anni.

Paolo Martino
IRENE DIONISIO

Regista e artista. La sua ricerca si concentra sull'evoluzione identità/individuo correlata al cambiamento sociale ed economico. Il suo doc SPONDE – nel sicuro sole del Nord, storia di Vincenzo, custode in pensione del cimitero di Lampedusa che continua a dare sepoltura ai corpi dei migranti che hanno perso la vita durante i naufragi, vince il premio Solinas 2012 e il premio del pubblico alla 56esima edizione del Festival dei Popoli. Regista inoltre di:Sur les traces de Lygia Clark e La fabbrica è piena – tragicomedìa in otto atti che hanno partecipato a numerosi festival nazionali e internazionali.

Irene Dionisio
MATTEO BELLIZZI

Attivo nel campo cinematografico dal 1997, collabora con la casa di produzione torinese Stefilm. Fra i fondatori di DocuSound agenzia di comunicazione volta alla realizzazione di documentari sonori, per riscoprire la forza dell’oralità in un epoca ipervisiva. Regista inoltre del doc Sorriso amaro, con cui partecipa alla 60ª Mostra del Cinema di Venezia nella sezione “Nuovi Territori”. Unico doc italiano selezionato per la rassegna Documentary Forthnight presso il MoMA di New York.

Matteo Bellizzi
ROSSELLA SCHILLACI

Documentarista e ricercatrice, ha studiato antropologia visiva e regia del documentario in Inghilterra. Ha realizzato documentari sul tema delle migrazioni e delle identità culturali (Approdi, Solo questo mare, Shukri-una nuova vita, Altra Europa e Il limite) ottenendo premi e riconoscimenti in vari festival internazionali. Sta terminando un documentario nella sezione nido del carcere di Torino in co-produzione con la Francia.

Rossella Schillaci
Simone falso

Simone Falso nasce a Padova nel 1975. Studia all’Accademia di Belle Arti di Venezia e all’Hoch Schule der Kunst di Berlino. Nel 2002 si trasferisce a Londra dove lavora come fotografo (BCC, CHANNEL 4) e dove realizza diverse produzioni come direttore della fotografia. Dal 2010 si dedica al cinema come aiuto regia, fotografo di scena (Io sono Li, La prima neve) e direttore della fotografia (Mare chiuso). Le sue immagini fotografiche sono pubblicate in libri e periodici (tra cui Internazionale, The Times, L’Espresso).

Simone Falso
ALAN MAGLIO

Alan Maglio è nato nel 1979 a Milano, dove vive e lavora. Fotografo-regista ha partecipato a diverse mostre e festival in Italia e all’estero. Il suo linguaggio ibrido tra ritrattistica, street photography e documentario affronta spesso tematiche legate all’identità culturale. Asmarina realizzato con Medhin Paolos è il suo secondo film, dopo Milano Centrale - Stories from the Train Station. Ha collaborato con vari fotografi e artisti come Francesco Jodice, Marcella Vanzo, Gabriele Pesci, Davide Balliano, Collettivo Zapruder.

Alan Maglio
MEDHIN PAOLOS

È una fotografa, regista, musicista e attivista italiana di origine eritrea. Ha fatto parte del gruppo musicale italiano i Fiamma Fumana. Come attivista ha promosso il diritto di cittadinanza nell’organizzazione nazionale rete G2 - Seconde generazioni. Asmarina, documentario sulla comunità etiope ed eritrea a Milano, è il suo debutto da regista insieme ad Alan Maglio.

Medhin Paolos
FRED KUWORNU

Regista-produttore di origine ghanese attento ai temi dei diritti civili si occupa di promuovere attivamente in Italia il concetto dell'inclusione delle diversity con l’associazione "Black Italians". Nel 2007 viene scelto dal regista americano Spike Lee per lavorare all'interno della crew del film Miracolo a Sant' Anna. Realizza poi il docufilm Inside Buffalo, progetto internazionale sulla storia dei soldati afroamericani che combatterono durante la II Guerra Mondiale in Toscana.

Fred Kuwornu
MARCO ZUIN

Regista e fondatore della casa di produzione Videozuma. Vive in Veneto ma ha realizzato documentari in Tanzania, Kenya, Spagna, Francia, Honduras, Egitto, India. L’idea di sociale è alla base del suo cinema e del documentario, che considera forma di socialità per raccontare l’impatto emotivo delle storie, attraverso uno sguardo positivo, a volte dosando l’ironia necessaria per affrontare la profondità.

Marco Zuin
FEDERICO FAVA

Federico Fava è nato ad Agugliaro, in provincia di Vicenza, nel 1978. Dopo il diploma in sceneggiatura conseguito al Centro Sperimentale di Cinematografia, ha lavorato come sceneggiatore e story editor in diverse produzioni televisive (CentoVetrine, Sangue del Tuo Sangue, Alta Infedeltà, 2007-2016), documentari (Sperduti Nel Buio, 2014), cortometraggi (Giganti, 2007, El Mostro, 2015) cinema (Disobbedienti, n produzione), web serie.

Federico Fava
mauro bedoni

Photo editor freelance. Nato nel 1979, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Padova con una tesi sulla storia e pratica del fotogiornalismo. Ha lavorato dapprima come fotografo per alcune agenzie giornalistiche italiane e, per lo studio Enrico Bossan, si è dedicato a progetti multimediali di comunicazione sociale. Dal 2007 al 2015 è photo editor della rivista Colors, pubblicata da Fabrica. Nel 2015 ha curato due mostre fotografiche collettive tra cui Afterlife all'Athens Photo Festival. Nel 2016 ha lavorato a New York, sempre come photo editor, al numero speciale della rivista Time 100.

Mauro Bedoni

Iscriviti

  • e@kinocchiolab

Copyright © 2016 KINOCCHIO
Black and White Veneto
Born in