Giorgio Diritti

Giorgio Diritti


Giorgio Diritti conferma la sua presenza al workshop Cinema Lab 2013 'L'integrazione non fa notizia'.
 


BIOGRAFIA

Regista, sceneggiatore e montatore, Giorgio Diritti è nato a Bologna il 21 dicembre 1959. Come autore e regista dirige documentari, cortometraggi e programmi televisivi. Il suo primo cortometraggio, “Cappello da marinaio” (1990) è stato selezionato in concorso a numerosi festival internazionali, tra cui quello di Clermont-Ferrand.

Il suo film d’esordio, “Il vento fa il suo giro” (2005), partecipa ad oltre 60 festival nazionali ed internazionali, vincendo una quarantina di premi. Riceve 5 candidature ai David di Donatello 2008 (fra cui Miglior film, Miglior regista esordiente, Miglior produttore e Migliore sceneggiatura) e 4 candidature ai Nastri D’argento 2008. Il film inoltre diventa un “caso nazionale”, restando in programmazione al Cinema Mexico di Milano per più di un anno e mezzo.

Il suo secondo film, “L’uomo che verrà” (2009), viene presentato nella selezione ufficiale del Festival Internazionale del Film di Roma 2009, dove vince il Gran Premio della Giuria Marc'Aurelio D'argento, il Premio Marc'Aurelio D'oro del Pubblico e il Premio 'La Meglio Gioventù'. Si aggiudica inoltre i Premi come Miglior film, Migliore produttore e Migliore suono di presa diretta ai David di Donatello 2010 e i Premi come Miglior produttore, Migliore scenografia e Miglior sonoro ai Nastri d'Argento 2010.

Nel 2013 esce il suo terzo film: 'Un giorno devi andare', girato tra la favela di Manaus, la foresta Amazzonica e il Trentino.